Tag

, , , , ,

Era da un bel po’ di tempo che volevo racimolare il materiale per questo post. Ora ce l’ho fatta. E’ un fatto noto la presenza a Monaco di molte aree verdi, tra parchi, boschi, fiumi e laghi di diverse dimensioni. Bene o male in qualsiasi parco si vada la presenza di acqua è pressoché sicura.
I posti che ho visitato per questo reportage sono collocati all’estremo nord ovest della zona interna della città, nel distretto di Feldmoching Hasenbergl. In questa zona sono presenti ben 3 laghi artificiali, rispettivamente il Lerchenauer See, Fasanerie See, e infine il Feldmochinger See. Queste 3 mini oasi di pace e natura sono stati ricavati in seguito all’estrazione di ghiaia e materiale edile agli inizi degli anni 30. Proprio così: qua scavano buche, estraggono il materiale, e poi? Ci costruiscono un parco con lago e annesso sentiero che percorre l’intero perimetro di esso, panchine, prati dove sdraiarsi, e gli immancabili Biergarten. Tutto questo per ogni singolo lago esistente qua. Da noi cosa farebbero? Discariche abusive a cielo aperto per poi ricoprirle con un sarcofago di cemento?
Questi mini paradisi ai limiti della città si affollano di gente nell’estate bavarese, e altra caratteristica è la presenza, ovunque ci sia acqua, di fauna legata ad essa, quali papere, germani e cigni in grande quantità.

I Dreiseenplatte sono facilmente raggiungibili coi mezzi pubblici, il Lerchenauer See con il MetroBus 60, fermata Lerchenauer See, il Fasanerie See tramite la S1 fermata Fasanerie, e da li, a meno di un chilometro a piedi, ed infine il Feldmochinger See, raggiungibile con lo StadtBus 172, fermata Feldmochinger See.

Ecco ora le tanto sospirate foto dei rispettivi laghi.

Annunci