Premessa: viste le tante cose successe in questi giorni dividerò il racconto in 2 parti, una, questa, prettamente stretta alla ricerca della casa, e una seconda dove racconterò tutte le altre cose successe, viste e vissute in questi 3 giorni, le sensazioni provate a essere da solo per la prima volta in quelle terre e tutto il contorno di riflessioni che si sono susseguite per la mia testa.

Parto subito col dire che la casa per ora non l’ho ancora trovata. 3 giorni di ricerca senza sapere la lingua e contando solo sulle mie forze sono pochi. Peggio ancora se ti trovi a Monaco. Il fatto di scrivere nelle mail che ero a Monaco sembra non aver cambiato le cose… alle mail non mi rispondevano lo stesso. Ho comprato dei giornali ma di annunci neanche l’ombra. Ma la svolta era dietro l’angolo. Ricordate, per chi l’ha letto, quella persona conosciuta come “La suocera”? Era nominata in questo post quando a 5 anni misi per la prima volta i piedi a Monaco. Il successivo incontro ci fu l’anno scorso in occasione della visita all’Oktoberfest. Quest’anno la visita a casa sua era saltata perché all’Oktober ci ero andato coi miei amici, ma mio padre gli fece visita e si sincerò della mia condizione e lei disse di farle sapere la prossima volta che sarei stato a Monaco e che avrebbe gradito una mia visita più che volentieri. Quest’occasione si è presentata e quindi come disse lei l’ho chiamata non appena avevo messo piede nella mia camera d’ostello. Ed ecco che mi ritrovai a casa sua a bere un caffè e a parlare di me e dei miei problemi di ricerca casa. Ed è stato in quel momento che quell’angelo disceso dal cielo conosciuto col nome di “Suocera” partì col tranquillizzarmi. “Stai tranquillo, un posto te lo trovo volentieri io”. Non c’è neanche bisogno di dire che stavo facendo i salti di gioia. La conosco bene quella donna, è una di quelle che se le chiedi come favore un’unghia del mignolo lei ti rende l’intero braccio. E così ora sono in mano sua, ha già avviato con un po di telefonate la macchina “ricerca casa” ed ora sono nella mia casetta in brianza ad attendere buone nuove. ha contattato sua nipote e si sta dando tanto da fare, fra telefonate e letture di annunci su internet. Non saprò mai come ringraziare per il disturbo… nel frattempo attendo trepidante nuove notizie… E’ solo questione di poco tempo…. stay tuned per la continuazione della narrazione di quei giorni e per gli altri sviluppi futuri.

Annunci