Tag

, ,

No tranquilli, non voglio dichiarare guerra alla mia amica Baviera, voglio soltanto mettere in chiaro alcuni concetti che mi frullano per la testa e avere così un qualcosa di più sensato che assomigli a un programma per il futuro prossimo. Ovviamente riguardante Monaco.
Superati i primi momenti in cui ti balena l’idea di dire prendo e vado da un altra parte a vivere, e quando si è davanti una birra con gli amici la sera si fa presto a dire, si inizia a essere leggermente più razionali, ci si rende conto di taluni ostacoli che ti si pongono davanti. Primo fra tutti la barriera linguistica. Essì, ai nostri bevitori di birra piace parlare una lingua assai difficile e per di più da quello che so la parlano anche con l’accento più astruso dell’intera Germania. Il mio corso autodidatta sta andando un poco a rilento, non è la stessa cosa di quando ho imbracciato per la prima volta la chitarra e nel giro di qualche mese i primi accordi iniziavano a girare bene. Da autodidatta della lingua tedesca oltre a imparare la pronuncia e un sacco di vocaboli che dopo 2 giorni già la metà non ricordo non posso fare molto di più. Si dai qualche frase elementare la so dire, facciamoci qualche complimento, però è da un po di tempo che sono bloccato e oltre a quel poco che ho imparato non riesco ad andare oltre. Da qui si apre un bivio: perché non iscriversi ad un corso di tedesco? E’ una buona idea? Non lo è? Analizziamo un attimo la situazione. Se inizio un corso qua, in Italia, vicino casa mia mi devo iscrivere a uno di quei corsi che si tengono una, massimo 2 volte a settimana per quel paio di ore a lezione. Risultato: imparerei al rallentatore e sono già sicuro che al di fuori di quelle 4 mura di insegnamento il tedesco non lo parlerei mai, così come non mi verrebbe la briga di mettermi a fare esercizi a casa o quant’altro. Sicuro al 100%. Secondo motivo che mi porta al no come risposta è il fatto che essendo già praticamente sicuro che fare il corso non mi porta a dei risultati eccezionali non vedo perché dovrei sborsare soldi per una cosa che non mi porta praticamente a niente. Scartata a priori questa possibilità. L’alternativa e, secondo me la scelta che potrebbe essere quella azzeccata, è studiare il tedesco proprio dove il tedesco lo si parla ovunque, guarda caso una meta possibile potrebbe essere proprio Monaco. Che caso… E’ bastata una googlata veloce per trovare una miriade di corsi di tedesco per tutte le esigenze. Quindi cosa ci sarebbe di meglio di un bel corso full immersion 5 giorni su 7 per poi mettere in pratica quello che si impara 7 giorni su 7? Per di più sarei in una città che oramai conosco abbastanza bene e questa scelta mi permetterebbe di iniziare a integrarmi con la fauna locale per un periodo maggiore al weekend o poco più che mi concedo ogni tanto da un anno a questa parte. Sembrerebbe la soluzione a tutti i mali. Se non per un grande punto dolente: queste scuole costano parecchio. Fra le tante scuole di lingue che ci sono bene o male si arriva agli stessi prezzi per tutte. E non avendo riferimenti per me una vale l’altra. Al che, spulciando qua e là sulla rete, leggendo i blog citati sulla sinistra di questa pagina sono incappato in un commento sul blog di Eireen scoprendo così le VOLKSHOCHSCHULE. Una scelta in più non fa mai male. Il piano di battaglia di fa sempre più chiaro, anche se ancora molto generico: il giorno che dirò iniziamo a informarci per bene che fra poco voglio levare le tende per davvero aprirò il portafogli e vedrò se farmi uno di quei corsi con alloggio annesso in casa di chissà quale famiglia bavarese oppure se tentare l’approccio del mi cerco un tetto mio e frequento una scuola più economica. L’altro quesito importante riguarda quanto tempo voglio stare inizialmente, soldi permettendo. Come minimo 2 – 3 mesi di tempo devo starci ininterrottamente, penso io, se sto di più meglio ancora. Mi sono già prefissato 2 possibili periodi per la partenza: autunno o primavera prossima. Che fare? Andarci il prima possibile o aspettare qualche mese in più e organizzarsi al meglio? Il piano di battaglia sta prendendo forma, devo solo formalizzare alcune scelte e poi il più lo si vedrà una volta sbarcati in terra bavarese. Poi una volta iniziati i 110 metri a ostacoli, superato il primo si troverà la forza per superare anche gli altri e arrivare al traguardo.

Annunci